IL FORAGING E LA SOSTENIBILITA’
1553
post-template-default,single,single-post,postid-1553,single-format-standard,bridge-core-3.1.3,qi-blocks-1.2.7,qodef-gutenberg--no-touch,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.7.1,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-30.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,wpb-js-composer js-comp-ver-7.3,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-16
 

IL FORAGING E LA SOSTENIBILITA’

foraging

IL FORAGING E LA SOSTENIBILITA’

Vi segnaliamo l’incontro di Italia a Tavola con Valeria Margherita Mosca, antropologa ed esperta di cibo, impegnata nella conservazione ambientale e nella divulgazione della cultura alimentare. Una vita dedicata alla natura e alla sostenibilità, fondatrice di Wood*ing wild food lab, un laboratorio di ricerca e sperimentazione sull’utilizzo del cibo selvatico per l’alimentazione e la nutrizione umana. Valeria ha anche creato un catering mobile Eat Your Habitat”, che offre menu per eventi caratterizzati da un impatto ambientale conservativo. «Una parte dei guadagni torna all’ambiente, attraverso il progetto Zero Co2, che si occupa della riforestazione in Guatemala. Va alla Fondazione Janus, che affronta la deforestazione e promuove l’impiego sostenibile delle risorse naturali. Un’altra parte alla Jane Foundation Organisation per l’educazione dei bambini del terzo mondo». Valeria ama collaborare con le scuole, così avvicina i bambini dell’asilo e delle superiori con il progetto “Pensando come una foresta”. Fondamentale l’educazione, perché attraverso il cibo selvatico possiamo salvare il pianeta.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.