FacebookTwitterIstagram
24 Marzo 2022

Chianti Classico Collection 2022: le Riserve 2019 e le 2018 un anno dopo

L’assaggio della 2019 in versione riserva alla Chianti Classico Collection 2022 è stato illuminante per testare sul campo la profondità di una vendemmia che prometteva tanto in termini di eleganza e intensità.

Le attese non sono state deluse e insieme alle poche Gran Selezione 2019 in assaggio dipingono un quadro di un’annata “modern classic“: ovvero calda e potente ma dove tutto è andato nel verso giusto, e dove l’espressione di sangiovese e del territorio è tersa, nitida, senza eccessi di maturazione o pesantezze.

Alta la media di valutazione e soprattutto davvero bella l’impressione che c’è spazio e margini per un ulteriore miglioramento in bottiglia con gli anni.

Dal punto di vista delle UGA anche in termini di rappresentatività e non solo di qualità media la vecchia Lega del Chianti svetta sul resto: con Radda, Castellina e Gaiole che riescono a mettere in fila le altre, ovviamente e come sempre con le dovute singole eccezioni.

Come per i Chianti Classico d’annata anche qui abbiamo diviso i vini per UGA.

Le Riserva 2019 sono a cura di Andrea Gori, con l’aggiunta di alcune 2018 degustate da Simone Di Vito.

Nel caso di assaggi doppi trovate iniziali e note del degustatore che ha dato il voto più alto.

 

Chianti Classico Riserva Castellina

2019

Bibbiano
Floreale, intenso, viola mammola e glicine, ribes rosso, sorso di polpa e rigore tannico. 92

Buondonno
Sapido e terroso, iodato e minerale, sorso cristallino e ritmatissimo. 93

Capraia
Ricchezza e intensità, macchia mediterranea, lavanda, more in confettura, sorso molto ostico all’inizio poi cresce bene in definizione. 90

Castagnoli – Terrazze
Grinta ed energia, agrumi e pepe nero, bocca oscura e molto affascinante ma con tannino che ruga il palato. 91

Castellare di Castellina – Castellare
Lamponi in confettura e prugna selvatica, tabacco e resina, sorso nitido e salino. 93

Rocca delle Macìe
Arancio rosso e pepe, confettura di lamponi e viola candita, sorso di passo spedito e rimandi balsamico. 90

Rocca delle Macìe – Famiglia Zingarelli
Frutti di bosco, ribes nero e mirtillo, spezia e croccantezza, rimandi mentolati e balsamici nel lungo finale. 92

Banfi
Ricco e sfaccettato, toni di resine e cassis, sorso frenato da una materia importante. 88

2018

Pomona
Amarene e tartufo, con vampate di menta e foglie secche, morbido e concreto al palato, un bel mix di tannino, frutta e acidità, giovane ma già bellissimo. 91+

Chianti Classico Riserva Castelnuovo Berardenga

2019

Fèlsina – Rancia
Rosa damascata, prugna selvatica e mirtillo, sorso di eleganza e freschezza. AG 94 – SD 89

San Felice – Il Grigio
Arancio rosso, mallo di noce e carrube, pepe e croccantezza, finale e struttura decisi. 90

Tenuta di Arceno
Ricchezza e frutto molto maturo, intensità e senape, materia e sostanziosa, bocca un poco imballata. 87

Chianti Classico Riserva Gaiole

2019

Castello di Ama – Montebuoni
Fine e saporito, rosa e arancio, sorso che disseta e spinge sulla freschezza. 92

Castello di Meleto
Tabacco e rosmarino poi frutto molto scuro, sorso di importanza e piacevolezza, ben condotto e dal finale importante. 92

Fattoria San Giusto a Rentennano – Le Baròncole (campione da botte) 
Rosmarino, giaggiolo, viola candita, cumino e pepe, eleganza e croccantezza con eleganza sontuosa. 95

Le Miccine
Sottile, ribes rosso e fragole, pepe e cannella, sorso di integrità ed eleganza. 91

Maurizio Alongi – Vigna Barbischio
Chiaroscuro ematico, salino e ferroso, ribes nero, prugne e senape, ricchezza fruttata ben condotta, salinità e sostanza notevole per un allungo fenomenale. AG 95 – SD 92+

Ricasoli
Legno e speziatura, intenso e dolce, si fa strada con energia al palato, lungo e ricco. 90

Riecine
Incalzante viola candita, confettura di prugne e ribes, ritmo tannico e sapidità che dettano legge sul palato in bell’equilibrio. AG 94 – SD 91+

Chianti Classico Riserva Greve

2019

Castello di Querceto
Polpa di ribes nero cassis e olive, resine e cumino, sorso spigliato ma con struttura solida. 90

Montecalvi (campione da botte) 
Floreale in pout pourry, iodio, menta e mallo di noce, bocca semplice ma di bella struttura. 88

Chianti Classico Riserva Panzano

2019

Gagliole
Floreale di viola, poi mirto e alloro, bocca di energia e croccantezza, imponente ma ben condotta. 90

Il Molino di Grace (campione da botte) 
Fitto e carnoso, tanta materia e sottigliezza, finale di sostanza e frutta piena. 88

2018

Monte Bernardi – Sa’Etta 
Liquirizia, marasca e pepe nero, succoso e scattante, di bella e intensa acidità ma con tannino ancora un po’ acerbo. 89+

Chianti Classico Riserva Radda

2019

Arillo in Terrabianca – Poggio Croce
Pepe e mallo di noce, sostanza, struttura e finezza, lunghezza e stile. 90

Caparsa – Caparsino (campione da botte) 
Viola, incenso e rosa canina, mandarino e ribes rosso, sorso materico e ritmato, lunghissimo. 94

Caparsa – Doccio a Matteo (campione da botte) 
Avvolgente, con mela e ribes nero, more di rovo e senape, tannino di piacere puro. 92

Castello di Albola
Saporito e floreale, acceso e distinto, grinta sapida e grande precisione nel finale. 90

Castello di Volpaia
Intenso e roccioso, tanta materia e ricchezza, dark inizialmente ma poi si sfina bene. 91

Monteraponi – Il Campitello (campione da botte) 
Grinta e potenza, arancio rosso e pepe, sferzante componente tannica in equilibrio su materia decisa e ricca, danza finale tannica con grandi presagi. AG 94 – SD 92

Tenuta di Campomaggio – Santa Teresa
Rosa, viole e iris, sorso pimpante e fresco, lieve alcol nel finale. 88

2018

Istine – Le vigne
Profumato e ricchissimo, liquirizia, more di rovo e pesca noce, poi sterpaie e sottobosco sullo sfondo, soffice e con tannini finissimi, bevibilità ed eleganza da vendere. 93

Val delle Corti
Frutti rossi, ruggine e ariosità, setoso e pimpante al palato, materia e spezie, con calore, pulizia e tannino controllato, profondissimo. Applausi. 92

Chianti Classico Riserva San Casciano 

2019

La Vigna di San Martino ad Argiano
Piccantezza floreale, zenzero e mallo di noce, sorso di finezza con tannino vivo. 87

Luiano
Visciola ed ematico, legno tabacco e pepe, succulenza piacevole, sorso materico e incalzante. 88

2018

Tenuta Orsumella – Corte Rinieri
Spezie dolci e liquirizia, amarena e pesca noce matura, snello e dinamico, ma dal tannino troppo arrembante e ruvido. 87

Chianti Classico Riserva San Donato in Poggio

2019

Castello di Monsanto (campione da botte) 
Finezza ed eleganza, agrumi e tabacco del Kentucky, sorso piacevolissimo e polposo, grande equilibrio. AG 94 – SD 89

Le Filigare – Maria Vittoria
Mallo di noce, carrube e pepe nero, sorso impegnativo e con tanto estratto, per fortuna anche salinità in chiusura. 88

Chianti Classico Riserva Vagliagli

2019

Dievole – Novecento (campione da botte) 
Ribes nero, more di rovo e menta, ambra e tabacco, tannino che sfina la tanta materia. 90

Terra di Seta
Canditi di agrumi, resine e polpa di ribes rosso e nero, sorso importante e sontuoso ma con grazia e bella finezza. AG 92 – SD 90+

2018

Vallepicciola
Rubino tendente al violaceo, frutti rossi e vaniglia, morbido, dolciastro, piacione, chiude su frutta, tannino largo e rimandi boisé. 87